Il Laser in Odontoiatria

10 Mag 2011 | In evidenza, Trattamenti

Dal 2003 lavoriamo con il laser nello Studio Moll.
La lunghezza d’onda della luce laser determina dove e per quale trattamento vogliamo usare il laser. Proprio perché è una punta di luce, ci si può immaginare quanto è piccola la superficie dove il laser agisce. Per questa ragione si può capire che il laser lavora in modo mini-invasivo: lascia intatti i tessuti sani ed elimina quelli malati.

Oltre al fatto che apre un nuovo campo di interesse per l‘operatore, l’odontoiatria-laser porta dei grandi benefici per il paziente:

  • Il laser alza la soglia del dolore, di solito non bisogna utilizzare l’anestesia.
  • L’effetto battericida: il laser disinfetta e decontamina al contrario della fresa, del bisturi ecc. Comporta una rapidissima guarigione senza disagi.
  • In chirurgia con l’applicazione si trova un ridotto o assente sanguinamento.
  • L’uso del laser comporta l’assenza del fischio del trapano che dà fastidio a tanti pazienti.

Si possono sostituire quindi bisturi, trapano e fresa, strumenti manuali e agenti chimici con un laser. Certo dipende dall’operatore, cioè quando e come vuole integrare il laser nei trattamenti odontoiatrici nella tua bocca.

I trattamenti Laser-assistiti

  • La diagnosi precoce della carie,
  • le sigillature per la prevenzione della carie nei bambini,
  • la rimozione delle carie,
  • lo sbiancamento dei denti,
  • trattamento dei colletti sensibili,
  • i piccoli interventi chirurgici, frenulectomia senza suture,
  • coagulazione sito post-estrattivo,
  • trattamento delle gengive come gengivectomie, e rimodellamento, rimozione cicatrici,
  • estetica rosa, rimozione iper-pigmentazione e tatuaggi della gengiva,
  • trattamento herpes labialis e afte con desensibilizzazione immediata,
  • nell’implantologia, (rimodellazione tessuti molli, peri-implantite, osteotomie),
  • allungamento della corona clinica (rimodellazione osso e gengive di un sorriso gengivale),
  • nell’endodonzia, (disinfezione dei canali, apicectomia),
  • nella parodontologia (rimozione tessuti infiammatori, disinfezione dei tessuti molli e mordenzatura radicolare).

…e ci sono tante altre applicazioni!

Il laser non è applicabile nella rimozione dell’amalgama, di leghe metalliche o di cementi che riflettono.

Consulta le domande frequenti sul laser